Costruire un’Europa di relazioni partendo dalla conoscenza reciproca e dall’incontro.
E’ questo l’obiettivo che si cerca di raggiungere attraverso gli appuntamenti programmati con l’Erasmus+.
Le scuole che hanno aderito al programma International Skills Put into Practice (ISPiP) sono quelle di Freigericht ed Enger in Germania, Gulpen in Olanda, di Wroughton in Inghilterra e Utebo in Spagna, oltre al Liceo Scientifico De Giorgi che in questa settimana li ha accolti.
Sono arrivati a Lecce 27 studenti e 10 docenti, ospiti degli studenti del Liceo. Sono in programma diverse attività ed esperienze formative oltre ad alcune lezioni di italiano essenziale e alla classica festa finale. Divisi in gruppi gli studenti dovranno realizzare delle "challenges" (sfide), appunto "mettere in pratica le abilità che avranno acquisito", assisteranno alle lezioni in classe accanto ai coetanei, frequenteranno alcuni seminari presso l'Università del Salento e alcuni stage presso realtà culturali e professionali del territorio. I docenti ospiti affiancheranno i colleghi del Liceo nelle lezioni mattutine. Non mancano momenti comuni per le prove del coro, di ballo (sotto vi proponiamo un momento "goliardico") e di conoscenza delle realtà culturali e delle tradizioni artistiche e culinarie del territorio.
Durante questo anno scolastico alla prima esperienza leccese seguiranno due altre tappe del progetto: a gennaio nella Kopernikusschule di Freigericht in Germania e ad aprile alla Sophianum di Gulpen in Olanda.
Le altre scuole partner accoglieranno gli studenti leccesi il prossimo anno.